Il contributo dei Distretti Africani

I punti chiave della nostra collaborazione

 – La responsabilità di un progetto proposto è nelle mani del corrispondente distretto africano,

 – La richiesta di un’assistenza deve partire dagli Africani.

 – I membri Lions Africani devono trovare un partner serio, indipendente e che lavori professionalmente in loco.

 – Il controllo del progetto è compito dei Lions africani.

 – Deve essere effettuata un analisi sulla demografia, sulla popolazione, sulle principali esigenze sanitarie delle persone ed i loro bisogni specialmente circa il finanziamento dei seguenti costi:

 – In caso di progetto di costruzione è necessaria una strategia appropriata del luogo disponibile.

 – Deve essere accertato, se il personale disponibile è sufficientemente addestrato.

 – Chi risponde interamente del progetto e chi maneggia il denaro necessario?

 – La coordinazione con i relativi ministeri ed con le altre organizzazioni.

 – La preparazione dei disegni adatti.

– La gestione del progetto.

– Stabilire un piano finanziario che includa il contributo del distretto africano.

– Dopo il completamento del progetto bisogna mandare a tutti partner un resoconto dello stesso.

Dopo questo lavoro preliminare, il comitato Euroafricano viene informato con una ufficiale proposta di progetto. Il comitato agirà come agenzia e chiederà un aiuto finanziario a tutti i distretti europei. E.A.C. mira a realizzare un’associazione vera e propria e non ad una sponsorizzazione.

Le tabelle presentate nel settembre 2002 all’Euroforum in Bruxelles, dà una buona idea del ruolo del comitato Euroafricano e della sua procedura di cooperazione. (vedi sezione: I criteri dell’associazione).

E.A.C. mira ad una buona cooperazione con tutti i distretti africani.